CI SIAMO ANCHE NOI

VUOI LA NEWSLETTER?

Se desideri ricevere le nostre informazioni, iscriviti alla newsletter del Coordinamento donne della sinistra - Registrati ora!

CONTATTO

Non esitare a scriverci

ANCHE PER TE
Le riunioni del Coordinamento si svolgono generalmente almeno una volta al mese al ristorante Casa del Popolo di Bellinzona. Tutte le donne interessate sono invitate a parteciparvi.

IL CORPO DELLE DONNE

PIANIFICAZIONE OSPEDALIERA

Stiamo a guardare, ma non troppo!
A chi è in mano il futuro della nostra salute?
Condividiamo la posizione del PS

SPOT CONTRO LA TRATTA

Non siamo merce!
Stop al traffico di esseri umani.

Guarda lo spot


DOSSIER POLITICI
SEXWORKER
La prostituzione in Svizzera è legale, la tratta no
Il lavoro del sesso è lavoro
Documenti del FIZ 2013 - traduzione
La prostituzione in Svizzera è legale, la tratta no

In questo periodo il tema della prostituzione in Ticino occupa le prime pagine. Purtroppo si assiste ancora a moralismi fuori luogo da parte di diversi esponenti politici, che vedono nella lotta alla prostituzione una missione ... non certo di salvezza ma elettorale. La stimmate della "puttana" è talmente radicata nei nostri pensieri che è facile cercare il plauso dei e delle cittadine dichiarando la lotta alla prostituzione (che in svizzera è legale). 
Tutte noi vorremmo la pace nel mondo, l´eliminazione di ogni forma di violenza e della mercificazione del corpo (e della mente), così come l´emancipazione da ogni forma di dominio maschile. L´abolizionismo svedese che punisce il cliente di una prostituta sta (purtroppo) mostrando i suoi limiti come afferma Giulia Garofalo Geymonat, nel libro appena pubblicato Vendere e comprare sesso. Tra piacere, lavoro e prevaricazione "il modello svedese sembra aver mutato le forme in cui i servizi sessuali vengono commercializzati e acquistati: i/le sex worker sono meno visibili sulle strade, ma non spariscono, sono indoor e sulla rete. Sono costretti a svolgere le loro attività con una maggiore riservatezza e ciò ha come prima conseguenza una maggiore difficoltà da parte delle forze dell´ordine a monitorare e controllare il mercato." 
Recensione del libro su In genere

La nostra responsabilità è quella di trovare le soluzioni migliori per garantire il rispetto di ogni donna, qualunque scelta faccia e proteggerla da abusi e violenza. È un pragmatismo necessario per garantire la dignità a chi oggi si trova a vendere servizi sessuali, un pragmatismo che trova più oppositori e oppositrici pronti a scandalizzarsi ma un po´ meno a lavorare sul serio su queste tematiche.

Forse in Ticino oggi non c´è una urgenza di produrre la revisione della legge, in quanto si stanno chiarendo alcune procedure a livello nazionale e, grazie a una iniziativa cantonale di Berna e a diverse mozioni e iniziative parlamentari, potrebbe esserci più chiarezza su questa difficile materia. Di impellente sono la messa a disposizione di mezzi  alle associazioni che si occupano di fornire consulenza e informazioni alle lavoratrici del sesso e programmi seri per l´accompagnamento e la protezione delle lavoratrici del sesso qualora denunciassero situazioni di abuso, violenza o tratta.

 Ecco la seconda raccolta di articoli editi nel 2013 dal FIZ  l’associazione Fachstelle Frauenhandel und Frauenmigration di  Zurigo, tradotti a cura del Coordinamento donne della sinistra


 Scarica il documento

Stampa questa pagina