AssembleaComunicati stampa

L’associazione femminista che riunisce donne vicine all’area rosso-verde si è riunita in assemblea questa domenica. All’ordine del giorno pure le molestie su suolo pubblico, tramite una discussione attorno alla recente interrogazione delle Granconsigliere Giulia Petralli e Lisa Boscolo. Infine, le raccomandazioni di voto per il 9 giugno.

Il Coordinamento donne della sinistra si è riunito in assemblea annuale ordinaria domenica 5 maggio 2024, presso il ristorante Casa del Popolo a Bellinzona. Oltre al rinnovo del comitato e al rendiconto dell’attività svolta nel 2023, è stata l’occasione per approfondire il tema delle molestie su suolo pubblico.

L’assemblea ha eletto il nuovo comitato, che accoglie Alice Bellanca, Mara Dal Mas e Tina Olt in rinforzo alle membre già in carica Ornella Buletti, Elisabetta Colombo, Gülsüm Demirci e Agnese Strozzega. La co-presidenza è ora formata da Agnese Strozzega e Elisabetta Colombo.
Hanno invece rassegnato le loro dimissioni dal comitato Lisa Boscolo, Lorena Gianolli, Gina La Mantia e Giulia Petralli, che il Coordinamento ringrazia per il loro prezioso contributo negli anni.

Si è inoltre effettuato un resoconto delle varie attività del 2023, segnato in particolare dal partecipato sciopero femminista del 14 giugno e dalla celebrazione del 30esimo anniversario del Coordinamento tramite produzione di una colorata agenda 2024.

Le partecipanti hanno poi avuto l’occasione di sentire le deputate Lisa Boscolo e Giulia Petralli sull’interrogazione inoltrata al Consiglio di Stato in merito al tema delle molestie sul suolo pubblico, di cui la maggior parte delle donne fa esperienza. Dopo una discussione in sala, l’assemblea ha già previsto alcune azioni da intraprendere a sostegno di questo atto.

Il Coordinamento donne della sinistra si è altresì espresso in merito alle votazioni del prossimo 9 giugno, invitando a votare SI all’iniziativa per premi di cassa-malati meno onerosi, NO alla riforma fiscale in Ticino e SI alla modifica della Legge IPCT. In questo modo, si sostengono le donne, che tendono ad avere redditi inferiori rispetto agli uomini, rispettivamente si protegge il settore pubblico, anch’esso composto da molte professioni a maggioranza femminile.

L’associazione sostiene inoltre fortemente l’Iniziativa per la democrazia, incoraggiando a firmarla: democrazia-iniziativa.ch.

Il Coordinamento donne della sinistra accoglie con piacere nuove persone interessate. Si invita a scrivere a coordinamento[at]ticino.com, ad iscriversi alle newsletter o ad aderire all’associazione.

Per il comitato:
le co-presidenti

Agnese Strozzega
Elisabetta Colombo