CALENDARIO DELL’AVVENTO FEMMINISTA – Maria Antonietta Terribilini-Fluck – 1925-2011

access_time15 Dicembre 2021

La socialista Maria Antonietta Terribilini-Fluck ricoprì diversi incarichi di responsabilità all’interno del Partito socialista Ticinese e nell’Unione Donne Socialiste Ticinesi. Nel 1971 risultò tra le

CALENDARIO DELL’AVVENTO FEMMINISTA – Alfonsina Storni – 1892-1938

access_time14 Dicembre 2021

Tra le più grandi poetesse della storia sudamericana, Alfonsina Storni Martignoni nacque in Ticino e ci rimase solo quattro anni, prima di partire per l’Argentina.

CALENDARIO DELL’AVVENTO FEMMINISTA – Emma Degoli – 1912-2006

access_time13 Dicembre 2021

Emma Degoli, nata Bernhard, era attiva per l’ottenimento dei diritti politici femminili nell’Associazione per il Voto alla Donna dal 1959. Ha organizzato serate informativi e

CALENDARIO DELLO’AVVENTO FEMMINISTA – Grisélidis Réal – 1929-2005

access_time12 Dicembre 2021

Inizialmente, la losannese Grisélidis Réal cercò di guadagnarsi da vivere come pittrice. Ritrovatasi in situazione di indigenza, nel 1961 decise di prostituirsi, mestiere che le

CALENDARIO DELLO’AVVENTO FEMMINISTA – Iva Cantoreggi – 1913-2005

access_time11 Dicembre 2021

Iva Cantoreggi rimase nubile, si affermò quale giornalista – prima donna ticinese iscritta all’albo dei giornalisti svizzeri – e come protagonista dei movimenti per il

CALENDARIO DELLO’AVVENTO FEMMINISTA – Nadia Canonica-Guidotti – 1943-2011

access_time10 Dicembre 2021

Nel corso della sua intera vita, Nadia Canonica-Guidotti fu madre, lavoratrice e militante. Si batté per i diritti delle donne, la depenalizzazione dell’aborto, per migliorare

CALENDARIO DELL’AVVENTO FEMMINISTA – Pia Calgari – 1913-1999

access_time9 Dicembre 2021

Nel 1952, il Consiglio di Stato scelse Pia Calgari quale Ispettrice delle Case dei Bambini: da allora e fino al 1977, il mondo dell’educazione pre-scolastica

CALENDARIO DELL’AVVENTO FEMMINISTA – Lucia Buonvicini-Pizzigaglia – 1906-1945 Copia

access_time8 Dicembre 2021

«(…) sono una Svizzera autentica che ama l’Italia come una seconda patria perché quella di mio marito e dei miei figli.» Dopo l’armistizio dell’8 settembre