EventiNotizie

Intervento Coordinamento donne della sinistra alla Manifestazione Stop ai tagli, 20.01.2024, Bellinzona

Sappiamo tutte e tutti che la maggior parte delle professioni sanitarie, sociali, educative sono svolte da personale femminile.

Sappiamo ancora meglio che il lavoro di cura privato, quindi non remunerato, viene preso a carico prevalentemente dalle donne. Donne che, oltre alla propria attività professionale, si occupano quotidianamente di bambini, genitori, suoceri, vicini di casa bisognosi.

Questo lavoro è enorme. Questo lavoro è fondamentale per il benessere della società. Eppure, esso non viene riconosciuto al suo giusto valore.

Ora sono previsti grossi tagli al settore socio-sanitario, che, oltre a colpire il personale di questo settore, colpiranno l’intera società.

Ma le conseguenze di questi tagli andranno ancora una volta a gravare soprattutto sulle spalle delle donne. A nome della collettività, esse dovranno nuovamente intervenire laddove le prestazioni di presa a carico delle persone anziane, delle persone con disabilità o in difficoltà e dei bambini non arriveranno più.

Siamo stanche della doppia e tripla giornata di lavoro!

Inoltre, questo ulteriore onere rischia di portare ancora più donne a sacrificare parzialmente o interamente la propria attività professionale, espondendosi così a forti penalizzazioni economiche e pensionistiche.

Siamo stufe di sopperire alle mancanze dello Stato!

Vogliamo un servizio pubblico di qualità! Solo così si potrà costruire una società più paritaria!