sostegno al collocamento per persone che hanno subito violenza domestica

sostegno al collocamento per persone che hanno subito violenza domestica

In Svizzera dall’inizio dell’anno ad oggi si contano 25 femicidi consumati (di cui 2 in Ticino) e 11 femicidi tentati (di cui 1 in Ticino) . L’emergenza della violenza domestica e di genere è sotto gli occhi di tutti noi ed è stata discussa intensamente in parlamento durante la recente sessione del mese di giugno 2021. Inoltre abbiamo appreso con soddisfazione dalla stampa che il DSS promuove, durante il mese di novembre, una campagna “30 giorni per rompere il silenzio” per sensibilizzare la popolazione sulla violenza .

In occasione della ricorrenza internazionale dei 16 giorni contro la violenza sulle donne, chiediamo pertanto a questo Gran Consiglio di fare un ulteriore passo per una miglior presa a carico delle vittime, sostenendo loro nel percorso di (ri)trovare una vita indipendente dal lato economico di modo che si possano emancipare e liberare dalla relazione tossica.”

Con questa iniziativa, Gina La Mantia e confirmatari*e propongono quindi la creazione di un servizio di sostegno al collocamento per persone che hanno subito violenza domestica o di genere, indipendentemente dal permesso di soggiorno.

Iniziativa parlamentare elaborata IE659 del 22.11.2021: ti.ch/parlamento

menu
menu